Cookie Policy

Accendi la tua luce e scopri il tuo sole “respirando la montagna” - gli eventi di giugno

La luce. Ha sempre esercitato un grande fascino sull’uomo: quella degli astri, quella della luna, quella del fuoco. Scintille che hanno acceso la sua curiosità e determinato il suo benessere. Fin dall’inizio dei tempi la luce ha accompagnato la vita dell’uomo: guidandolo nella sua crescita, accompagnandolo nelle imprese più audaci, come salpare con una nave alla scoperta dei confini più remoti o partire alla volta dell’orizzonte per vedere dove gira la linea di fondo. L’uomo alza il viso al cielo alla ricerca di una luca che saprà condurlo, una scia che saprà orientarlo: luce di risposte. 

il respiro della montagna misurina aria bonair bonel

Quella del sole in particolare, di un sole diretto, un sole potente: questa luce qui è quella che mi piace di più. Che acceca, che non puoi guardare davvero, ma solo osservare di nascosto. Mettevo una mano verso l’alto a schermare la vista, ma spiavo tra le dita, con un occhio chiuso e l’altro aperto solo a metà, con la fronte stretta in un’espressione di studio: da quelle fessure provavo ad intuire l’intensità di quella sfera. Quella luce diretta mi piace, quella che scotta la pelle, che lascia lo sguardo torbido e costella la visuale di pallini volteggianti tra le ombre taglienti e aguzze che definisce al suolo.

Carica di energia da spendere durante la stessa giornata e tanto carica quanto stanca e quando cala la notte si riprende tutto il calore dato tra qualche brivido. 

il respiro della montagna misurina aria bonair bonel

L’ho aspettata tutto l’inverno. In montagna per lunghi mesi il panorami si illuminano di una luce obliqua, timida, tarda: si sveglia al mattino inoltrato e lascia spazio alle tenebre nel primo pomeriggio.  Si riflette diffusa e dolcemente arrotonda senza definire: tutto è bianco e senza fine, ogni linea diventa soffice come la morbida neve che copre il terreno.

“In ogni persona c’è un sole. Basta lasciarlo splendere”

Socrate 

il respiro della montagna misurina aria bonair bonel

Passano i giorni e tutto cambia. La neve si scioglie e lascia spazio a piccole gemme e germogli: semi che ha custodito e che ora è pronta a scoprire. Boschi e prati si colorano di un verde brillante, gli animali si aggirano tranquilli intorno a noi. Il sole di giugno sorge presto e dona giornate lunghe: lunghe ore da passare sui sentieri, permettendosi di fermarsi ad osservarlo tramontare rincasando comunque in una semioscurità che ci rende sicuro il passo. Regala così la possibilità di riscoprire la luce che dimora anche dentro di noi con un risveglio completo: energico e forte il nostro corpo risponde agli stimoli che riceve da tutta la natura in piena attività che lo circonda. 

il respiro della montagna misurina aria bonair bonel

Da questa voglia di sperimentare il sole e i suoi effetti nasce l’edizione estiva del nostro evento: tre giorni per dare spazio e voce all'energia della bella stagione, celebrando il momento più caldo e luminoso dell'anno. Lo yoga in natura, la respirazione e un'avventurosa passeggiata al tramonto ci accompagneranno alla riscoperta di questa brulicante vita.

Il Respiro della Montagna propone due date per i primi due weekend di giugno: 4, 5 e 6 giugno e 11, 12, 13 giugno.

il respiro della montagna misurina aria bonair bonel

Se hai voglia di riaccendere quella fiammella di divino che è in te, dare il benvenuto a questa nuova stagione e prepararti a donare i tuoi frutti...

Ti aspettiamo per Respirare con noi!

il respiro della montagna misurina aria bonair bonel giorgia costenaro

Dejar un comentario

Por favor tenga en cuenta que los comentarios deben ser aprobados antes de ser publicados